Recensione: Samsung WB1100F

Review: Samsung WB1100F


Panoramica

telecamere intelligenti Samsung sono una serie, includendo anche il più grande WB2200F, che, mentre un passo giù dal Galaxy Camera in termini di complessità riescono ancora a stipare in un gran numero di caratteristiche.

Il concetto è interessante – si può fare una macchina fotografica che fa tutto, l’acquisizione, l’editing e la condivisione, recidere il legame tra una fotocamera digitale e un PC o smartphone, o saranno gli inevitabili compromessi fare la finale risultato inattuabile?

Anche se non è proprio la gamma di competenze del suo fratello maggiore, privi manuali, modalità di apertura e otturatore prioritarie, la WB1100F è la cava neanche. Caratterizzato da un sensore CCD 1/2.3in che è sia 16.2MP (secondo la scheda tecnica), 16.4MP (secondo il retro della fotocamera) o 15.9MP (immagini sono in realtà costituiti da 4608×3456 pixel), e un obiettivo zoom 35x che è equivalente a 25-875 millimetri in 35 millimetri termini.

Questa ottica ha un’apertura massima che varia da f / 3 presso la vasta fine af/5.9 a lungo termine. Insieme con video 1080p, Optical Image Stabilization e funzioni wireless, il WB1100F sembra certamente sulla superficie di avere molto da raccomandare.

Lo schermo, che non è sensibile al tocco, è un TFT LCD da tre pollici con 460.000 punti.

larghezza

Il WB1100F sta andando contro la artisti del calibro di Canon Powershot SX510 nelle 35x zoom posta in gioco, ma la Canon prezzo simile non ha ancora un minor numero di megapixel guadagna pieno controllo manuale. Più costoso e con uno zoom ottico 30x è il Panasonic TZ60 che alza la posta con l’aggiunta di un EVF, un altro paio di megapixel e supporto per i file raw -. Purtroppo manca da Samsung

qualità costruttiva e di manutenzione

Questa fotocamera è non andare a stare in tasca, con la sua lente sporgente e una presa che è abbastanza profondo per ottenere una corretta presa di, ma non è nemmeno enorme e sgraziato. E ‘più leggero di quello che ci si aspetta da qualcosa con tanto di vetro ed elettronica imballati in esso, e dei relativi controlli sono ben posizionato per l’accesso con un dito o il pollice pur mantenendo in mano la macchina fotografica e utilizzando la schermata live view per comporre le immagini – non c’è il mirino elettronico su questo modello.

Nonostante la sua costruzione plastica del WB1100F si sente ben messo insieme, le sue parti strettamente collegate e non incline al movimento. Un clip sarebbe bello della batteria e la porta del vano scheda SD, in modo che si fissa quando si chiude piuttosto che dover spostare un interruttore – questo metodo di chiusura può prendere fuori e lasciare l’impiccagione porta, ma né la batteria né scheda di memoria stanno andando a cadere facilmente.

Samsung WB1100F

Il copriobiettivo è ben progettato, il riavvolgimento lente appena sufficiente quando la fotocamera spento per permettere di clip su. Prova e accenderlo con il tappo attaccato, però, e la fotocamera emette un segnale acustico e nag di rimuoverlo, prima di spegnersi. Un po ‘di pazienza da parte della fotocamera sarebbe bello qui

Non ci sono controlli sul lato sinistro del corpo -. Solo un logo NFC più i dati micro USB e ricarica porto ci vive, con un rilascio sul lato del flash e il pulsante misterioso Speed ​​Control a sinistra della lente – ma il diritto della fotocamera non è sovraccaricato con i tasti o. Samsung ha adottato un approccio minimale, in attesa di tuffarsi nel menu o utilizzare la posizione delle impostazioni dedicate sul selettore di modalità per modificare i parametri. Si possono fare cose più comuni, come ad esempio impostando la modalità macro o riproduzione delle immagini, senza utilizzare il menu, però.

Samsung WB1100F

Il pulsante Speed ​​Control viene generato dalla lente, e si posiziona per il pollice sinistro mentre si sta cullando la fotocamera con entrambe le mani. Esso consente di modificare la velocità di zoom viaggia, con essa accelerando notevolmente quando viene premuto il pulsante.

I menu sono sensibilmente disposti, anche se alcune opzioni non sono disponibili in tutti i modi, portando ad un interruttore fretta da Auto a P (non c’è niente di meno automatizzata, come priorità dei diaframmi o manuale) in cerca di qualcosa. Il menù per la modalità automatica è una pagina, mentre la modalità P si estende ultimi tre pagine piene.

larghezza

Movie maker sono ben soddisfatti, in quanto c’è una modalità filmato dedicato sul quadrante. Alla pressione del pulsante di registrazione rosso sul retro della fotocamera inizierà a voi la registrazione in qualsiasi altro modo troppo.

Nel complesso la fotocamera si sente reattivo, e quando si accende è pronta a scattare quasi subito come immagine appare sullo schermo live view. Menu venire prontamente, e l’elaborazione del built-in filtri avanzati non ci vuole molto a lungo anche su un immagine a 16MP.

Prestazioni e verdetto

Prestazioni

Un fine settimana trascorso testare la fotocamera su una varietà di movimento e non soggetti in movimento vomitato problemi con la misurazione, l’esposizione o il bilanciamento del colore – modalità P permette la compensazione dell’esposizione per quelle composizioni difficili – ma ha fatto scoprire i difetti del sistema autofocus.

Con nessun modo di sapere se sei entro la distanza minima di messa a fuoco, che è quanto di tre metri e mezzo al lungo termine dello zoom e in modalità Normal AF, la fotocamera a volte ha vinto ‘t fuoco, che è abbastanza giusto, ma altre volte riportato un blocco messa a fuoco false per un’immagine che è stata chiaramente ancora sfocata sullo schermo. Modalità Auto Macro, che è un’opzione in P e sembra essere di default in Auto, risolve il problema di distanza, ma non i falsi positivi.

Quando sulla cuspide della sua distanza minima di messa a fuoco, la fotocamera ha anche riferito un rettangolo rosso per nessun blocco messa a fuoco per le immagini che, a ben più tardi, erano a fuoco. Può essere, tuttavia, che il soggetto era semplicemente all’interno della profondità di campo creato da un piccolo sensore e una corta focale.


larghezza

Il OIS può tenere la lente ragionevolmente stabile a pieno zoom , ma ancora aspettare un po ‘di passeggiare. Qualcosa di solido per riposare la fotocamera aiuterà immensamente qui – tiene la fotocamera lontano dal corpo per comporre tramite lo schermo non è mai la posizione più stabile

L’obiettivo non sembra incline a divampare, anche quando. tiro verso il sole, e il cielo azzurro di un pomeriggio d’estate sono stati catturati nei colori accurati senza troppo ciano.

larghezza

Quei giorni d’estate scoprono un altro difetto nel WB1100F, però: il suo schermo . Qualsiasi grado di sole rende l’immagine difficile da vedere, e mentre si cambia con l’impostazione brillante dal valore predefinito Auto aiuta, non fa nulla per ridurre le riflessioni che affliggono l’immagine o aumentare l’angolo di visione poveri.

Ruotando la luminosità fino mangerà nella vita della batteria troppo. Con lo schermo in automatico una batteria che ha mostrato come completamente carica (l’indicatore ha solo tre divisioni) è stato rosso lampeggiante da metà pomeriggio in una giornata, dopo quasi 200 foto e un po ‘di luce Wi-Fi.

qualità Immagine

Immagini

​​sono abbastanza nitida tutta l’inquadratura, ma raggiungere il loro livello massimo di dettaglio del centro, come è comune. Scene ad alto contrasto non mostrano molto in termini di aberrazione cromatica, e mentre c’è la distorsione di utilizzare la parte più larga della lente, è ben controllato e nulla per ottenere lavorato fino circa.

Colori diretta dalla fotocamera sembrano un pochino piatta, ma con il costruito in funzioni di editing questo è qualcosa che può essere facilmente affrontato. In alternativa, il file può essere trasferito ad uno smartphone per ravvivare.

Ispezione un’immagine al 100% rivela levigante, e il rumore inizia naturalmente a insinuarsi a ISO più alti. Non c’è quasi nessuna delle screziature di colore nelle aree scure che si vedono spesso, anzi le immagini assumono una qualità granulare che è meno offensivo per l’occhio, ma serve comunque a cancellare dettaglio forma ISO 800 e fino al massimo 3200.

Impostazione della fotocamera a ISO 3200 cade anche la risoluzione di tre megapixel, niente più elevato di fuga dal menu. Cadere di nuovo ad un impostazione di sensibilità bassa, e le dimensioni dell’immagine non va automaticamente back up di nuovo -. Qualcosa che può prendere la gente fuori

Smart caratteristiche

Creazione di una connessione NFC di lancio l’app Fotocamera Samsung Smart su uno smartphone (abbiamo usato un modello Android) dura pochi secondi, e l’applicazione mirino remoto si connette facilmente. La visualizzazione sullo schermo del telefono sembra essere in ritardo di un secondo dietro i movimenti della telecamera, ma il + e – tasti di zoom sullo schermo spostare l’obiettivo, come ci si aspetterebbe (anche se come una serie di scatti piuttosto agevolmente). Acquisizione di una foto richiede un po ‘più a lungo utilizzando l’applicazione, come un rubinetto del pulsante trigger sullo schermo di messa a fuoco di scatto, poi prende il pic.

larghezza

Per trasferire un’immagine da uno smartphone, di visualizzare in modalità di riproduzione della fotocamera, poi bump il telefono e fotocamera insieme, lasciando NFC e Wi-Fi fanno la loro roba. I trasferimenti di file in meno di dieci secondi, e appare in una cartella della Galleria denominata MobileLink (su Android), da dove può essere modificato o condiviso come se fosse un’immagine scattata con la fotocamera del telefono.

Direttamente da la fotocamera, si hanno meno opzioni. È possibile condividere su Facebook, Picasa, Dropbox o tramite e-mail. Condivisione Dropbox ti chiede di parole di ingresso da un captcha che non appare – qualcosa che deve essere risolto – ma gli altri sembrano funzionare bene. Perché non Flickr o Twitter, però?

Verdict

La fotocamera che fa tutto è una bella idea, e Samsung è sulla buona strada per ottenere nel modo giusto. Questo non è vero, anche se, come mentre è bello vedere così tante funzioni racchiuse in un relativamente piccolo corpo macchina che è ragionevole per quello che si ottiene, l’AF inaffidabile e la mancanza di qualcosa di più complicato rispetto alla modalità P sono un po ‘un bivio .

La durata della batteria non è sorprendente né, vittima dello spazio limitato all’interno del corpo macchina, ma che il corpo è bello da tenere, ben saldi in mano e non è così massiccio come potrebbe avere stato, dato ciò che è confezionato all’interno.

Alcune delle caratteristiche sono grandi. Wi-Fi nelle fotocamere sta diventando standard, ma la facilità con cui il WB1100F stabilisce un legame con la sua applicazione guidata attraverso NFC segna fuori dalla folla.

Abbiamo apprezzato

Le dimensioni, la manipolazione e ricco di funzioni natura della fotocamera. La velocità con cui si connette al app compagno e le funzioni wireless, in generale, sono grandi con cui lavorare, e la qualità dell’immagine non è davvero male, con la sua assenza di rumore cromatico.

Ci è piaciuta

Il sistema AF. Misses, i falsi positivi e una distanza minima di messa a fuoco che i palloncini a 3,5 metri, come si esegue lo zoom non endear a noi. Lo schermo è anche difficile da vedere alla luce del sole, e la durata della batteria potrebbe essere migliore.

verdetto finale

Samsung ha fatto bene stipare questo molte caratteristiche in un corpo macchina. Non è compatto, ma si inserisce in una borsa o in tasca esterna del cappotto, e lo zoom 35x significa che si può facilmente inquadrare il soggetto se sei vicino oppure no. Primo (e, in realtà, guardare fuori per la AF) e sparare, allora o modificare e condividere direttamente dalla fotocamera o trasferirlo sul tuo smartphone. E ‘una proposta interessante, e uno che diventerà una realtà più solida in un prossimo futuro, ma non siamo ancora lontani.

Esempi di immagini

larghezza

Click qui immagine a piena risoluzione per

impostazione più ampia del zoom è l’equivalente di 25 mm.

larghezza

Nella lunga, si sta guardando un equivalente di oltre 800 millimetri

Click qui immagine a piena risoluzione per

larghezza

Click qui immagine a piena risoluzione per

zoom digitale si prende due volte più vicino.

larghezza

Click qui immagine a piena risoluzione per

Mentre questo anatroccolo ha una testa tagliente, il motion blur sul resto del suo corpo è una lezione di mantenere la velocità dell’otturatore fino. OIS non vi aiuterà qui.

larghezza

Click qui immagine a piena risoluzione per

Questa immagine è ben esposto, nonostante il contrasto tra l’acqua scura e schiuma bianca.

larghezza

Click qui immagine a piena risoluzione per

modalità Macro può catturare una grande quantità di dettagli, e sfuma lo sfondo ben troppo.

larghezza

Click qui immagine a piena risoluzione per

Alle lunghezze focali, ancora più sfocatura dello sfondo può essere raggiunto.

larghezza

Click qui immagine a piena risoluzione per

Nitidezza è meglio in centro, ma si estende fino ai bordi del fotogramma.

larghezza

Click qui immagine a piena risoluzione per

C’è qualche aberrazione cromatica ai bordi di questa immagine contrastata, ma è evidente solo se si guarda per esso.

filtri intelligenti

larghezza

Click qui immagine a piena risoluzione per

larghezza

Click qui immagine a piena risoluzione per

larghezza

Click qui immagine a piena risoluzione per

larghezza

Click qui immagine a piena risoluzione per

larghezza

Click qui immagine a piena risoluzione per

larghezza

Click qui immagine a piena risoluzione per

larghezza

Click qui immagine a piena risoluzione per







TechRadar – Tutte le ultime notizie di tecnologia

Recensione: Samsung WB1100F
Source: italiano  
June 27, 2014


Next Random post