‘Sulla spiaggia da solo, di notte’, il bello e il genio individuale, di Hong Sang-soo

‘Sulla spiaggia da solo, di notte’, il bello e il genio individuale, di Hong Sang-soo

Kim Min-hee (Orso d'Argento per la miglior performance femminile in ultima Berlinale) vaga da solo per un spiaggia ...

Kim Min-hee (Orso d’Argento per la miglior performance femminile in ultima Berlinale) vaga da solo per un spiaggia deserta e fredda. Siamo in pieno inverno, ma non importa perché il freddo sembra chiarirsi le idee. Molto prima, qualcosa come due anni fa, il suo personaggio, Young-hee, ha camminato da un parco tedesco gelato e inospitale, godendo di ogni passo, come se quello fosse il posto più bello del mondo.

Young-hee non è il solo. L’accompagnamento di un buon amico della sua giovinezza per il visita di Amburgo e, accanto ad essa, attaccato alla sua pelle, il il fantasma di un amore per chi ama, come mai prima aveva fatto. Con esso riflette sull’amore e la vita, sfogano le loro speranze e desideri e scoprire un nuovo mondo davanti ai vostri occhi.

Diviso in due capitoli (struttura che tende ad essere comune in prolifico regista), il film racconta la storia di un giovane attrice che è appena uscito di un rompere con un uomo sposato, in particolare il regista di un film. Un viaggio, piuttosto che fisica, interna, che ritrae lo sviluppo personale ed emotivo Young-hee, nella sua ricerca di equilibrio e di stabilità dopo la realizzazione che l’amore della sua vita, colui che ha portato il pubblico ludibrio, non è altro che una memoria platonica e idealizzata di ciò che è stato e l’illusione di ciò che avrebbe potuto essere.

‘Sulla spiaggia da solo, di notte’, il bello e il genio individuale, di Hong Sang-soo

la cultura shock della sua esperienza in germania, che è stato inteso come un viaggio occasionale e appena convertito in una casa per qualche tempo, Young-hee scopre la vera libertà emotiva, cogliamo l’occasione per fare il loro ” rivoluzione di una donna. il Europeízada in ogni modo, per quanto riguarda in grado di vedere il tradizionalismo coreano con una certa distanza, un fumatore e insumisa, attrice reagisce contro le imposizioni della società del paese asiatico e riflette sulla violenza invisibile push, ma che non è più consensi.

O il modo in cui la interpretiamo dopo il suo passaggio attraverso la città centrale, noi non vediamo, ma la cui storia abbiamo sentito per la coppia di loro amici per il vostro incontro, di spalle, di fronte al mare in Corea. In questo modo, abbiamo istituito il puzzle dalla nostra ricostruzione del materiale che il regista ci mostra decostruito e dispersi in una manciata di scene chiave, scelte con cura, e, fedele al suo stile, è tutto contenuto.

Un nuovo gioco di narrazione fedele alla sua essenza formale: “less is more

un Altro dei puzzle artista preferito coreano, uno specialista di smontaggio e riordina in modo coerente le variabili della storia per creare nuovi significati. Con ‘Sulla spiaggia da solo, di notte’, questa volta andando un passo oltre, perché non solo le sfide lo spettatore, una volta di più con i loro giochi di narrazione, ma introduce una sorta di “scegli la tua avventura” -nel modo di Hong Sang-Soo è chiaro, che, con l’astuzia, mette il regista torna al all’avanguardia creativa.

‘Sulla spiaggia da solo, di notte’, il bello e il genio individuale, di Hong Sang-soo

E, come quelle storie, non c’è il finale giusto o sbagliato, ma la possibilità di immaginare in modi diversi. Quasi con certezza che il film non mostra più di un’illusione della fine della storia, Hong Sang Soo noi si apre la porta a fantasticare la verità su alcuni eventi che hanno, senza dubbio, chiari segni autobiografico. Costretto l’esposizione pubblica, alla luce di una scandalo giudicato dal tribunale dell’opinione popolare, il regista risponde anche pubblicamente e davanti agli occhi di tutti, in un film in cui è lasciato un po ‘ di anima.

Dopo una riflessione sull’interesse a zero-rotolo su di lui, il maestro della filosofia del “meno è di più” vale per la sua forma, per la naturale in totale, e scivola via a scomparire dietro la macchina da presa, per dare modo chiaro e senza fronzoli per la “verità” del discorso, rendendo irrilevante il “che” dietro il messaggio.

brutale critica di una società conservatrice e pregiudizio su una etichetta come mediocre dalla semplicità con cui si accettano le imposte convenzioni e giudice, colui che non li accoglie, mentre nascondere i propri difetti. Pungente, ma sottile. Diretto, ma per riflettere. Contenute, in silenzio in modo violento, anche. Incredibilmente struggente, a volte, ma non meno bella. il Squisita.

‘Sulla spiaggia da solo, di notte’: ode alla musa

‘Sulla spiaggia da solo, di notte’, il bello e il genio individuale, di Hong Sang-soo

Come Sang-Soo, portando il peso di sensibilizzazione per la schiena, l’attrice e musa del regista è interpretato in qualche modo a se stesso, in una sorta di obiettivo-prestazioni meraviglioso e esplosione di carisma che ha guadagnato più di una statuetta. Come in una posizione di opposizione e ribellione continua, il risultato delle loro esperienze lontano da casa e attraverso il contrasto di vedere una società europea dagli occhi asiatici, coreani esplorare la femminilità di distanza da ciò che si aspetta da lei.

Un autentico un vortice di potere femminile, che si erge contro i canoni oppressori dell’Asia più tradizionalista, tranquillamente brutale e violento, che domande morale e permette di giudizi di valore. Una valutazione costante che mette in discussione l’attrice in una discussione con amici o sconosciuti e atti di metafora interrogatorio sociale a cui sono stati sottoposti.

a quanto pare, innocente e anche, forse, un po ‘ ingenuo, esplosiva, ma serena, Min-hee adotta un carattere sovversivo, anche se tenerezza quasi inconcepibile che indirizzo le domande di coloro che non hanno voce o voto. In una dolorosa scossa, di iniziare tra privacy e di pubblicità, ha un impatto sull’obbligo di esporre i sentimenti, sulla base di ciò che è pubblico, da dove, sempre in presenza di testimoni, l’attrice annuncia la sua più lucida e intimo parla della propria vita personale.

https://www.youtube.com/watch?v=0TSDWMi9EEA

Costretto a mischiare le due terre, e non sappiamo se cinematograficamente parlando, ma sicuramente personale, in ogni caso, con questo di bella ode alla tua musa che è Su una spiaggia da solo, di notte’, Sang Soo, eventualmente, si chiude una fase e firma la sua rinascita davanti agli occhi che cercano i loro compagni coreani.

si consiglia, Inoltre, di

Guida per dare via un Crock-Pot per Natale: come fare a sapere se è o non è una buona idea

Berlinale 2017 | Intuizioni, sorprese e nomi

E 'La Serva', trailer tanto atteso ritorno di Park Chan-wook


notizie ‘Sulla spiaggia da solo, di notte’, il bello e più personali genio di Hong Sang-soo è stato pubblicato in Espinof, Sara Martinez Ruiz.

‘Sulla spiaggia da solo, di notte’, il bello e il genio individuale, di Hong Sang-soo
Espinof

Google ha lanciato un nuovo mini-gioco attraverso l'ultimo aggiorname...

1. Sbloccare con le impronte digitali Il Xperia Z5 (insieme con il ...

La mania CES ci ha fatto andando dadi con i contenuti, quindi è stato ...

Cut the Rope è uno di quelli incentrato sulla meccanica semplice ma co...

Bibliography ►
Phoneia.com (December 9, 2017). ‘Sulla spiaggia da solo, di notte’, il bello e il genio individuale, di Hong Sang-soo. Recovered from https://phoneia.com/it/sulla-spiaggia-da-solo-di-notte-il-bello-e-il-genio-individuale-di-hong-sang-soo/

About the author


This article was published by Phoneia, originally published in Italiano and titled "‘Sulla spiaggia da solo, di notte’, il bello e il genio individuale, di Hong Sang-soo", along with 18987 other articles. It is an honor for me to have you visit me and read my other writings.