Aggiornato: installare Linux sul tablet x86: 5 distribuzioni tra cui scegliere

Aggiornato: installare Linux sul tablet x86: 5 distribuzioni tra cui scegliere

Introduzione Nota: La nostra installare Linux sul vostro caratteristica tablet x86 è stato completamente aggio...

Introduzione

Nota: La nostra installare Linux sul vostro caratteristica tablet x86 è stato completamente aggiornato. Questo articolo è stato pubblicato nel luglio 2013.

Android 6.0 Marshmallow: questi sono i vostri nuovi sfondi Ogni volta che arriva una nuova importan...
Google Pixel 4a: quello che vogliamo vedere Google ha sorpreso tutti nel 2019 rilasciand...

In questi giorni, uno dei pochi mercati in crescita per dispositivi PC è la Windows-powered tablet. Mentre sono superficialmente progettati in compresse touch-friendly, possono essere convertiti in dispositivi 2-in-1 con l’aggiunta di una tastiera plug-in, che permette di utilizzare efficacemente il tablet come un computer portatile touch-friendly, invece.

la maggior parte dei moderni ibridi sono alimentati da chip Bay Trail Atom di Intel – che usano il chipset x86, ma sono seriamente sottodimensionato rispetto al alta potenza Intel core i7, i5 e i3 anche patatine. Tuttavia, sono perfettamente funzionale per la fascia bassa di lavoro Windows, e sono dotati di Windows 10 preinstallato.

Ma dove sono le compresse Linux-powered? Pensiamo che ci sia un divario enorme nel mercato, e mentre aspettiamo che venga riempito abbiamo pensato a noi stessi: perché non entrare in possesso di un tablet Bay Trail e installare Linux su di esso? Dopo tutto, se è basato su x86, allora si può installare praticamente nulla su di esso, giusto?

Ehm, non proprio. Si scopre non si può semplicemente installare qualsiasi distribuzione Linux vecchio su una tavoletta Bay Trail. Tuttavia, con un po ‘di conoscenza di informazioni privilegiate e una sana dose di tentativi ed errori, è possibile ottenere un tablet Linux-powered. Di sorta. Continuate a leggere per scoprire come.

  • 10 delle migliori distribuzioni Linux per demoni privacy e gli appassionati di sicurezza
  • 5 delle più popolari distribuzioni Linux di gioco
  • 10 migliori distribuzioni Linux: quale è giusto per te
  • What’s la migliore distribuzione Linux per principianti?
  • How di scegliere la migliore distribuzione Linux per i computer portatili

Come abbiamo testato

pazzia 140 £ (circa $ 200, AU $ 290) su un Linx 1010 Windows 10 tablet con add-on keyboard -. e ‘alimentato da un processore Atom Z3735F quad-core, 2GB di RAM, e dispone di un 1280 x 800 da 10,1 pollici schermo capacitivo WXGA, settima generazione Intel HD Graphics e 32GB eMMC memoria interna

si comprende Bluetooth, Wi-Fi, doppia fotocamera, due full-size porte USB 2.0 e uno slot microSD – quindi è un pezzo completo di kit. Inoltre c’è un accelerometro che – tra l’altro – permette la visualizzazione di ruotare quando viene acceso il suo lato

Il nostro obiettivo era quello di trovare una distro a tutto campo che potrebbe emulare tutte le funzioni di base del nostro tablet. Grafica, suono, Wi-Fi, la gestione dell’alimentazione e touchscreen. Purtroppo, le cose sono complicate dal fatto che questa particolare generazione di tavolette accoppiare un processore a 64-bit con 32 bit di EFI, lasciando bloccato tra l’incudine e il martello: nessuna distribuzione a 32 bit supporta EFI, mentre la maggior parte a 64 bit distribuzioni sono attualmente progettati solo per lavorare con EFI 64 bit.

Abbiamo trovato rapidamente una soluzione a questo problema particolare, sotto forma di un pratico bootia32.efi il file da John Wells. Il lungo e breve di esso è che se questo viene copiato nella cartella / boot EFI su avviabili unità USB Linux supportate, si dovrebbe ottenere almeno per quanto riguarda il menù di Grub, e spesso molto più in là anche.

due distro abbiamo provato non ha bisogno di questa soluzione, e hanno dimostrato di essere i due che abbiamo avuto più successo con, andando oltre l’avvio di base USB dal vivo per una vera e propria installazione nella memoria interna del tablet. Nota, prima di fare questo è necessario eseguire il tablet utilizzando uno strumento come Macrium Reflect Free, altrimenti si non sarà in grado di tornare a Windows 10.

Ubuntu 14.04.3

Abbiamo trovato il rilascio LTS di Ubuntu impossibile ottenere ovunque con fino a quando abbiamo scoperto di Ian Morrison personalizzato generazione per i desktop Z3735F-based. Abbiamo scaricato la ISO e copiato su un flash drive USB utilizzando Unetbootin in Ubuntu, poi spuntato in una delle porte USB del Linx, lanciato al menu di avvio e sono stati con successo in grado di fare il boot come un live USB.

prima abbiamo avuto a testa in Impostazioni> display per accendere il display di 90 gradi in senso orario per metterlo in modalità orizzontale in modo che avrebbe funzionato con la nostra tastiera. Non c’era alcun suono o supporto touch, ma il Wi-Fi funzionava

Quando si trattava di installazione di Ubuntu, abbiamo dovuto procedere con cautela -. Partizionare manualmente l’unità per garantire la partizione di avvio originale EFI è stato lasciato intatto, e quindi impostando quella partizione (Windows Boot loader) per l’installazione del boot loader.

una volta che l’installazione è stata completata, abbiamo poi dovuto installare una versione a 32 bit di Grub in seguito a portata di mano sceneggiatura e un tutorial prima di riavviare con successo direttamente in Ubuntu. Altri hanno utilizzato questa patch con altre distribuzioni, tra cui anche Linux Mint 17.2.

Abbiamo quindi aggiornato Linux, installare patch di dsdt di Ian e noi abbiamo trovato un ambiente funzionale Ubuntu, anche se uno senza suono o toccare. Nessuno dei due era l’alimentazione CA rilevata, con Ubuntu convinto che stavamo correndo solo su batteria – un problema comune a tutte le distribuzioni in questo test. Abbiamo anche avuto alcun controllo sulla luminosità del dispositivo, ma almeno abbiamo avuto una distribuzione potremmo usare

Abbiamo spinto la barca ulteriormente aggiornando il kernel a 4.3.3 con risultati alterni:. Abbiamo ottenuto un touchscreen utilizzabile, ma a scapito della stabilità e l’adattatore Wi-Fi interna (il problema di stabilità è stato risolto con un ambiente Grub, mentre abbiamo mantenuto la connettività Internet collegando un adattatore Wi-Fi USB). Siamo fiduciosi che nel tempo potremmo essere in grado di ottenere la scheda interna a lavorare di nuovo, oltre a iniziare a lavorare su come ottenere altro hardware riconosciuto troppo

. Voto: 8/10

Debian 8.3 (Jessie)

Aggiornato: installare Linux sul tablet x86: 5 distribuzioni tra cui scegliere

Non c’è alcun supporto live CD per le tavolette Bay Trail, ma entrambe le immagini di installazione a 32-bit e 64-bit di lavoro fuori dalla scatola con 32-bit di EFI, quindi abbiamo dovuto semplicemente per creare l’unità USB installatore l’immagine con. Non c’è alcun supporto touch nel programma di installazione – è necessario l’accesso alla tastiera plug-in -. E chiesto il file rt2860.bin non libero prima che avrebbe funzionato con la nostra Raspberry Pi-friendly adattatore Wi-Fi

Abbiamo dovuto uscire dall’installazione, pop l’unità flash USB in un PC e scaricare firmware-ralink_0 .43_all.deb all’unità.

Abbiamo poi riavviato il programma di installazione, che ora rilevato automaticamente l’adattatore Wi-Fi, che ci permette di connettersi alla rete. Da qui, il resto del processo di installazione è stato estremamente semplice. Abbiamo scelto di partizionare manualmente il disco per conservare le partizioni di soccorso originali EFI e Windows nella parte anteriore dell’unità, e tutto è proceduto senza intoppi.

Abbiamo scelto il desktop di default di Gnome e sono stati in grado di planare attraverso l’potenzialmente ingannevole parte della creazione di Grub, senza dover mettere le mani sporche a tutti. Il programma di installazione terminata, abbiamo riavviato e non vi era Debian, pronto a partire.

In primo luogo abbiamo usato le impostazioni di visualizzazione per ruotare lo schermo di 90 gradi. Purtroppo il supporto hardware è stato minimo – senza touchscreen, Wi-Fi interno, suono o la gestione dell’alimentazione. L’aggiornamento al kernel 4.2 ha avuto alcun effetto su qualsiasi cosa, anche se è apparso la scheda interna Wi-Fi è stato, almeno ora riconosciuta (se non funziona)

. Voto: 7/10

Fedora

Aggiornato: installare Linux sul tablet x86: 5 distribuzioni tra cui scegliere

Tutti i percorsi per l’esecuzione punto di Fedora al Fedlet remix. Abbiamo faticato a fare l’avvio al di là della schermata iniziale, un “scaduta” errore bloccante ogni nostro tentativo di progresso. Successivamente abbiamo scoperto che il problema era con Unetbootin, in modo da creare l’unità di avvio utilizzando Rufus in Windows – ci ha dato una scelta di utilizzare la modalità ‘dd’ ISO o, e raccogliendo il secondo risultato in un’immagine potremmo usare

<. p> i risultati sono stati simili a quelli che abbiamo avuto con Debian – funzionalità di base era lì, e abbiamo fatto almeno avere il supporto touchscreen rudimentale che toccando lo schermo sarebbe spostare il cursore e selezionare le opzioni. Ma non c’era alcun suono, la gestione dell’alimentazione o il controllo della luminosità del display, e siamo riusciti a trovare solo l’accesso a Internet tramite il nostro adattatore Wi-Fi fidato USB.

Fedlet utilizza la shell di Gnome, e questo ha avuto un effetto notevole sulle prestazioni, con la distro molto meno reattivo di Debian o Ubuntu -. infatti, è rallentato a passo d’uomo, dopo un tempo relativamente breve lasso di tempo, il che rende accanto inutilizzabile

Abbiamo cercato di provare la LXDE rotazione di Fedora 23, ma grazie al modo in cui Rufus ha scritto il disco (come una partizione nascosta) che erano in grado di aggiungere la cartella EFI da Fedlet ad esso. Abbiamo provato iniettando la cartella direttamente nella immagine ISO utilizzando libero WinISO Maker, ma che non ha funzionato neanche. Non che dovrebbe fermare – altri hanno riferito con i propri progetti non Fedlet

. Voto: 6/10

Arch Linux

Il nostro esperimento con Arch Linux ha coinvolto una versione specializzata che ha sostenuto SDIO Wi-Fi e 32 bit UEFI da WatchMySys. L’unità ha funzionato, ma ci ha lasciato appeso al menù di Grub – c’erano le istruzioni per ottenere oltre qui, anche se la tastiera del Linx insistito per agire in modalità Blocco funzioni, il che significava tenendo premuto il tasto [Fn] per ottenere la sintassi corretta. Da qui abbiamo avviato in una riga di comando, dove per fortuna il tasto [Fn] funzionava correttamente, semplificando il processo di seguire il resto della guida.

Siamo stati lieti di vedere il nostro built-in Wi-Fi adattatore è stato riconosciuto da questa versione di Arch, ma sono stati lasciati appesi con, “Ora si dovrebbe essere in grado di SSH al vostro tablet da un altro computer, e completare l’installazione.”

e ‘a questo punto ti rendi conto come complicato Arch Linux è per i nuovi arrivati ​​- vi consigliamo caldamente di andare solo ulteriormente se sei a tuo agio seguendo la linea di comando. Per avere un’idea di ciò che è coinvolto, controlla la Arch Linux Wiki.

Voto: 5/10

Porteus

Abbiamo corso attraverso una serie di altre distribuzioni senza successo prima infine colpire di nuovo l’oro. Porteus è un’installazione slim-line Linux progettato per essere eseguito da un supporto rimovibile, ad esempio un’unità flash USB, il che rende – sulla carta -. Una buona scelta per chi vuole girare Linux sul loro tablet senza alterare l’installazione di Windows sottostante

abbiamo visitato il Porteus costruire pagina in cui abbiamo specificato a 64 bit, la versione basato su UEFI con interfaccia grafica. Abbiamo optato per l’interfaccia leggera del desktop LXQt, e aggiunto un processore browser e parola all’elenco di applicazioni. La nostra immagine ISO scaricata è stata quindi scritto in un flash drive USB 500MB, e successivamente abbiamo copiato il file bootia32.efi nella directory di avvio EFI come con tante altre distribuzioni.

Questo ci ha permesso di fare il boot, per quanto come la linea di comando di Grub, al che abbiamo utilizzato la nostra esperienza da altre distribuzioni (e un comodo messaggio Forum ) per ottenere Porteus installato e funzionante con i seguenti quattro comandi:

$ set root = hd0, msdos1

$ di root / boot / syslinux / vmlinuz = / dev / sda1

$ initrd /boot/syslinux/initrd.xz

$ boot

Questo ci ha portato al desktop Porteus in pochissimo tempo a tutti, ma come per le altre distribuzioni abbiamo dovuto ruotare lo schermo di 90 gradi in senso orario per rendere le cose più confortevole. Purtroppo non c’è alcuna opzione nel riquadro Impostazioni, quindi abbiamo usato il seguente comando da terminale:

$ xrandr –output UNKNOWN1 –rotate destra

Purtroppo, molto poco ha funzionato – non vi era nessun tocco di sostegno per andare con l’ormai quasi obbligatorio mancanza di suono e dotato di connettività Wi-Fi, anche se siamo stati in grado di ottenere on-line dopo il riavvio con la nostra prova di errore adattatore USB Wi-Fi collegato p>

il problema più grande con Porteus è la mancanza di persistenza nell’ambiente USB dal vivo. Questo significa che abbiamo bisogno di installarlo alla porta USB per vedere se siamo in grado di farlo funzionare, ma è un lavoro per qualcuno con più pazienza e tempo di quello che abbiamo, purtroppo.

Valutazione: 5/10

Conclusione

Il supporto per Windows Cheap 10 compresse è estremamente traballante al momento, ma la situazione sta migliorando. Il problema rimane che relativamente pochi techies stanno utilizzando queste compresse, così lo sviluppo di supporto per esse è molto debole

Abbiamo provato molte distribuzioni con vari gradi di successo -. Alcuni non sostenere l’UEFI 32 bit qualunque cosa accada ., mentre altri saranno almeno arrivare fino al menù di Grub, che consente di scegliere la strada attraverso l’ambiente in diretta ​​p>

a complicare le cose è l’installazione – nella nostra carrellata, solo Debian e la build appositamente costruito Ubuntu sono stati installati con successo, e anche allora la mancanza di supporto hardware sta paralizzando queste compresse in termini di utilizzo pratico

detto questo, abbiamo grandi speranze per Ubuntu -. e abbiamo scelto questo distro come la nostra complessiva vincitore. Saremo impegnati nel corso dei prossimi mesi per vedere se siamo in grado di ottenere più hardware lavorare con esso, ma per ora è almeno un tablet touchscreen funzionale, anche se un uno piuttosto essenziale!



TechRadar – Tutte le ultime notizie di tecnologia

Introduzione e caratteristiche A lungo, finalmente, la tecnologia OLED s...

Sarete in grado di progettare il vostro creatura, e anche acquisire la vos...

Mentre noi sappiamo molto di questo farmaco: la nostra fisiologia, e ...

...

Bibliography ►
Phoneia.com (February 14, 2016). Aggiornato: installare Linux sul tablet x86: 5 distribuzioni tra cui scegliere. Recovered from https://phoneia.com/it/aggiornato-installare-linux-sul-tablet-x86-5-distribuzioni-tra-cui-scegliere/

About the author


This article was published by Phoneia, originally published in Italiano and titled "Aggiornato: installare Linux sul tablet x86: 5 distribuzioni tra cui scegliere", along with 18987 other articles. It is an honor for me to have you visit me and read my other writings.